Riguardo a questo blog..

Questo blog, o sito (chiamatelo come volete) sara’ scritto in due lingue, italiano ed inglese.

Io sono un architetto italiano. In seguito, per mio interesse, ho anche acquisito competenze di economia, gestione d’impresa e finanza.

Sono interessato in particolare al concetto della Transizione,alle energie rinnovabili, al trasporto elettrico (bici, auto, mezzi pubblici) ed a tutto cio’ che comporta un mondo senza piu’ la presenza di petrolio.

Nel bene o nel male, il petrolio sta finendo. E’ una certezza. I dati scientifici, le trivellazioni, le ricerche di nuovi giacimenti lo confermano. Abbiamo esaurito piu’ della meta’ del petrolio facilmente estraibile dalla Terra, e quel che rimane, ai tassi di crescita attuali, verra’ terminato nei prossimi 10 anni.

Abbiamo 10 anni per prepararci a quello che sara’ un Mondo senza piu’ il petrolio..

Il problema e’ che questo “oro nero” non serve solo a far andare le nostre auto, ma anche a riscaldare le nostre case, a produrre medicinali, a far arrivare sotto casa cibo fresco ogni giorno..

Il mondo che ci circonda, in cui viviamo da quasi 200 anni, è stato totalmente costruito intorno al petrolio ed al concetto di un petrolio facilmente estraibile e quindi poco costoso.  Nei prossimi anni tale postulato (il suo basso costo d’estrazione) verra’ meno, e ci ritroveremo, per esempio, con automobili che, per fare il pieno, richiederanno 200, 300 euro.. a salire sempre piu’.

Per fare giusto tre esempi, in breve arrivera’ un momento in cui: 1)  fare benzina diventera’ assolutamente proibitiva, 2)  altrettanto proibitivo diventera’ il poter trovare cibo fresco, appena consegnato, al supermercato,  3) trovare medicine appena arrivate nella farmacia sotto casa sara’ sempre piu’ faticoso.

A quel punto, se non ci saremo preparati per tempo, sara’ il Caos totale. Dio ce ne scampi.

Per questo bisogna sapere, leggere, prepararsi… perche’ la fine del mondo come l’abbiamo sempre visto finora, ormai e’ prossima.

A chi non e’ convinto, chiedo: avete visto l’andamento del prezzo della benzina negli ultimi 10 anni? Credete che i petrolieri continuino ad alzarla solo per guadagnare di piu’?   No.  La benzina (come anche diesel, GPL) continua a salire  perche’ al mondo ce n’e’ sempre meno.  La produzione non riesce piu’ a star dietro alla domanda e, come sa chi ha studiato un minimo di economia, quando la domanda supera l’offerta, il prezzo del bene richiesto aumenta, sempre piu’.

La Cina e l’India, per proseguire nella loro crescita, stanno consumando sempre piu’ energia, petrolio, carbone, rame, in quantita’ mai viste prima. (Il PIL della Cina negli ultimi anni non e’ mai stato inferiore al 10% !!).

Una domanda in crescita esponenziale si scontra con un’offerta praticamente costante (non si trova piu’ un nuovo giacimento da anni, perche’ ormai di nuovi giacimenti non ancora scoperti… non ce n’e’ semplicemente piu’…. Li abbiamo gia’ ormai trovati, utilizzati e svuotati tutti) .

Prepariamoci. Un mondo senza petrolio, anche se non facile, e’ comunque possibile.

About Post-Oil Society

-- Italian Architect and Engineer, Masters in Economics & Management. Interested in Transition related topics, Renewable Energies, Electric Vehicles, and everything resulting in a world without oil. -- -- Architetto, Master in Economia e Management, interessato alla Transizione e alle tematiche del mondo post-petrolio. -- View all posts by Post-Oil Society

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: